giovedì 24 marzo 2016

La disfida del Casatiello: Cucinapop VS Antonino Cannavacciuolo

Ma, durante il periodo di Pasqua, a voi capita di assaggiare 243 casatielli e 126 pastiere?

Ogni occasione è buona: che sia un incontro di lavoro, una riunione tra amici o una visita di cortesia, in questi giorni il consueto caffè viene sostituito da una fetta dolce o salata di una produzione personale, realizzata con una ricetta tramandata da generazioni in famiglia.
E' un momento di confronto accurato durante il quale si analizza la prelibatezza offertaci cosi come nemmeno la scientifica sulla scena di un delitto, esprimendo opinioni, dissertandoci su e raccontando storie esemplari.


Ho visto vecchie zie guardarsi in cagnesco durante una discussione sull'uso dei cigoli nel tortano e amicizie finite a causa della divergenza di opinioni sul frullare o meno il grano nella pastiera...
Quest'anno ci siamo divertiti ad ampliare la disfida del casatiello rendendola social e confrontando la ricetta pop con quella dello chef televisivo più verace che c'è: Antonino Cannavacciuolo.


Ovviamente non siamo riusciti ad entrare in possesso del sacro oggetto prodotto dalle enormi mani di Antonino, ma seguendone pedissequamente la ricetta, abbiamo realizzato la sua versione del casatiello.



L' assaggio, proposto ad amici, colleghi e poppers, è stato alla cieca (in solitaria per non farsi influenzare vicendevolmente) e bisogna dire che tutti hanno preso sul serio la faccenda esprimendo giudizi, gustando e prendendosi il giusto tempo di valutazione; insomma... si sono magnati tutti e due 'e casatielli in men che non si dica!!!


I risultati
La ricetta di Cannavacciuolo è stata apprezzata per la morbidezza dell'impasto che ricorda quasi la brioche rustica nonostante profumi meravigliosamente di 'nzogna.
Il casatiello POP è piaciuto ai puristi per la tradizionale consistenza, per la presenza del pepe e per la ricchezza del ripieno ( i formaggi hanno fatto la differenza!)
Il risultato è stato un incredibile pareggio! 


Ogni volta che sembrava si delineasse un vantaggio, l'altra ricetta veniva più votata; quando qualcuno evidenziava i pregi di un casatiello, qualcun altro magnificava l'altro con il comune denominatore che nessuno ha lasciato nemmeno una briciola....
La disfida del casatiello social è andata come sempre: vincono sempre tutti!

ATTENZIONE ATTENZIONE ATTENZIONE!!!
Da oggi ( e sino a quando sarà sobrio), ho costretto un grande amico di Cucinapop, Carmine Florio, a curare una rubrica sui vini (neanche a dirlo) pop!
In questo post la proposta del suddetto vecchio ubriacone per un giusto abbinamento al casatiello!