venerdì 2 gennaio 2015

Il brodo è POP!

Dopo avere mangiato anche la zia Silvana in questi giorni di festa, complice il freddo che ha fatto pubblicare su facebook le foto di ogni cosa imbiancata, cominciamo l'anno con un piatto classicissimo, economico e gustoso: il brodo!


La nostra versione è ovviamente POP! Ogni blog o sito di cucina propone la sua ricetta con le carni più raffinate ed eccellenti; noi volendo distinguerci dalla massa ( o semplicemente per mancanza di fondi...), proponiamo la preparazione di famiglia, quella che prevede costi irrisori e gran gusto.

Chi segue questo blog è a conoscenza che i commenti poco tecnici ed informali sono a beneficio di mio fratello Fabio, eccellente animatore delle notti napoletane ma imbarazzato nella preparazione di un caffè con la moka.

Ingredienti per 4 persone:
1 carota grande
1 cipolla grande 
1 costa di sedano
1 ciuffo di prezzemolo
1 patata grande
800 gr di carne di manzo
250 gr pasta di semola

Queste sono le verdure che abbiamo sempre usato a casa. Naturalmente, avessi mai voglia di gustare anche altri sapori, puoi aggiungere quel che vuoi...
Il taglio della carne è a tua scelta; noi usiamo porzioni dell'animale un pò coriacee, che possano sopportare la lunga cottura (e soprattutto costano meno). Puoi adoperare la corazza (in Italia è chiamata in mille modi diversi) o il gamboncello (o garretto o pesce) o magari la locena ( buonissima). In realtà sono sicuro che la tua scelta sarà operata dal macellaio al quale chiederai della carne da fare in brodo...

Esecuzione 
  • Monda (bello eh? vuol dire pela, sbuccia) la cipolla, la carota e la patata. Tagliale a metà e appoggiale sul fondo della tua pentola. Lava prezzemolo e sedano; per ciuffo di prezzemolo intendo un mazzettino di aromi, del sedano invece uso una mezza costa. Poichè ci sono sedani alti anche quanto te (rima baciata in omaggio all'ormai prossimo festival di Sanremo), quindi ti consiglierei di pesarne circa 30gr.
  • Aggiungi la carne e copri il tutto con l'acqua. Tieni conto che dovrà bollire per un'oretta e mezza, quindi aggiungi una quantità d'acqua adeguata. Fai andare il brodo con una fiamma abbastanza moderata; poni il coperchio a metà pentola, fissandolo con il cucchiaio di legno (si, la famosa cucchiarella).


  • Metti una sveglietta sul tuo cellulare. Ti ricorderà che il brodo è sul fuoco e ti impedirà di bruciare la tua cucina come una pira di S.Antonio! Immaginerai che il brodo sarà tanto saporito, quanto tempo rimarrà a bollire. Solo a questo punto assaggia, e se ti pare, aggiungi del sale.

  • Non usare i paccheri o la calamarata. Scegli una pasta di piccole dimensioni. Puoi anche spezzare gli spaghetti come facevamo da piccoli. Una volta devi anche assaggiare il riso. Io questa volta ho deciso di usare le fregole che mi portasti dalla Sardegna!

  • Hai calcolato la giusta quantità di brodo? Se lo hai fatto, buttaci la pasta e cuocila al dente. Se invece il brodo ti sembra essere diventato appena sufficiente, dovrai lessarla in acqua in un'altra pentola, colarla e aggiungere il brodo nel piatto. 
  • Parcheggia carne e verdure. Prima di buttare la pasta, ricorda di tirare via le verdure e la carne che parcheggerai in un piatto fondo con un pò di brodo. Sarà più semplice preparare le giuste porzioni per ognuno.




Dopo avere mangiato il tuo bel piatto di pasta in brodo, puoi anche gustare la carne in un altro piatto, con olio, limone e sale grosso: è buonissima e fresca ( ma so che non lo farà, a lui piace mangiarla nello stesso piatto dove ha mangiato la pasta, con altro brodo e le verdure di cottura come contorno...).

I costi
Questa versione POP del brodo casalingo è molto economica: se le verdure adoperate costano 0,65-1 euro per chilo o vengono addirittura donate dal fruttivendolo come odori, i tagli di carne utilizzati, se non sono scarto di altre preparazioni, vengono tra i 5 ed i 10 euro/kg. La pasta 0,6-1,5 euro/kg. Il costo per 4 persone può dunque oscillare tra 4,5 e 10 euro (1,10-2,5 euro/pp).