giovedì 24 marzo 2016

Che vino abbinare al casatiello?

di Carmine Florio

Va bene, abbiamo capito le differenze sostanziali tra il Casatiello di Cucina pop e quello dello chef Cannavacciuolo, ma mo' fermiamoci un attimo a riflettere su una cosa: che ci beviamo sopra? 


Non vi accalcate, vediamo insieme cosa può essere più congeniale. 
Partiamo dalla tipologia: chi ha detto rosso? Bravissimo, indovinato. 
Ma, quale rosso? Beh abbiamo diverse frecce al nostro arco che possano accompagnare il casatiello nel suo percorso verso lo stomaco. 

Tranquilli, rimaniamo in Campania e dunque...
Campania, rosso... vogliamo rendere onore ad Antonino che ci ha gentilmente dato la sua ricetta
E quindi dove dobbiamo andare? Bravissimi, in penisola sorrentina. 
E lo sapete che nella Doc, penisola sorrentina, c'è un vino che fa proprio al caso nostro? 
Il Gragnano, bravi....eeh ma siete bravissimi, cavolo questi di Cucina pop sono proprio attenti.! 


Prodotto con uve piedirosso, sciascinoso e aglianico e rifermentato in autoclave per conferire la caratteristica spuma, questo vino si presta benissimo al ruolo di accompagnatore del casatiello. Proprio la presenza delle bollicine riesce al meglio a lavare la bocca da tutte le sensazioni lasciate dalla grassezza della sugna e dalla speziatura del pepe, oltre a reggere egregiamente il confronto con l'aromaticità dei salumi e dei formaggi presenti. 

Quindi l'esercizio sarà il seguente: 
boccone di casatiello, piccolo sorso di gragnano; 
su, ripetete con me...
boccone di casatiello, piccolo sorso di gragnano; 
hop hop
boccone di casatiello, piccolo sorso di gragnano; 
in moto perpetuo... 


Per l'esattezza noi abbiamo assaggiato quello di Cantine Federiciane, una bella espressione vivace, frizzante, di medio corpo con una vena leggermente amabile. Prezzo in enoteca sui 7 euro. Servitelo appena fresco. 

Un consiglio: lo avete mai provato sulla pizza? Ne riparliamo, voi intanto assaggiate.