mercoledì 1 aprile 2015

Alla ri-scoperta della Vera pizza napoletana

Alla scoperta della Vera pizza napoletana è un bel programma di incontri promossi dall'AVPN  per approfondire la  conoscenza della storia, delle tecniche e dei nuovi orientamenti che hanno portato la pizza ad essere uno dei simboli del made in Italy nel mondo. 

Dopo l'apertura a Bologna, la tappa napoletana del tour ha avuto come location la pizzeria Lombardi, una delle più antiche della città nonché tra i soci fondatori dell'Associazione Verace pizza Napoletana. 

Attilio Bachetti, Carlo Alberto ed Ernesto Lombardi

Evidentemente, solo per quest'incontro, data la quantità di pizze che ogni napoletano ingurgita sin dai primi mesi di età, siamo andati "alla ri-scoperta della vera pizza", grazie alle proposte di Carlo Alberto ed Enrico Lombardi e del loro ospite Attilio Bachetti, della pizzeria da Attilio.  
 
.
La serata ha visto gli interventi di Antonio Pace e Lello Surace, rispettivamente presidente e vicepresidente dell'Associazione -e soprattutto memoria storica della pizza napoletana-, moderati da Laura Gambacorta e Rosaria Castaldo. 

Laura Gambacorta e Antonio Pace

Un'associazione che conta aderenti in ben 26 paesi, in tutti i continenti del globo (è in procinto di essere inaugurata la sezione australiana), è indice che l'attenzione sulla vera pizza napoletana è in continua crescita ed è una notizia che ci rallegra, pensando ai vantaggi che ne deriveranno per tutto il comparto produttivo campano. 
L'AVPN ha oggi l'onore e l'onere di essere ambasciatore nel mondo delle nostre eccellenze, una grande responsabilità che ci auguriamo stimoli continuamente belle iniziative di promozione come questa.

La famiglia Stein, patron di Mozzeria, associati AVPN di San Francisco, con Lello Surace e Tommaso Esposito
Dopo tanto parlare, ecco le vere protagoniste della serata: le pizze! Dopo una golosa frittatina di riscaldamento, è Attilio Bachetti a presentare una sua nuova creatura: la Natalina.


Non è un omaggio ad una vecchia fiamma, ma una pizza con la quale Attilio interpreta il Natale (i pizzaioli sono artisti, la Natalina a Pasqua... e allora!?!?): scarole, pinoli, uvetta, baccalà 'ndorato e fritto e pomodorini del piennolo.  Buona, equilibrata, gustosa, si fa mangiare morso dopo morso. Il mio punto di vista è che diventerà un must dal prossimo Dicembre, anche se è possibile gustarla sin d'ora alla Pignasecca.


I Lombardi ci deliziano con due creazioni. La prima è una originale ed interessante crema di asparagi, provola, ciuffi di ricotta e scaglie di parmigiano; la seconda una classicissima, e mai fuori luogo, piennolo e bufala, che chiude la serata lasciando i fortunati presenti con una sensazione di freschezza che accompagna a lungo.  



La prossima tappa del tour, prima delle date nel nord Italia, sarà ad Acerra, il 15 Aprile. 
Non lasciatevi sfuggire l'occasione di una serata interessante, gradevole e (visto il selfie pasquale qui sotto?) piena di buon umore. 

Selfie Pasquale!