mercoledì 14 gennaio 2015

Campagna contro le amiche della doppio malto ed altre abitudini.

Voglio una birra doppio malto!
Avete anche voi l'amica che, una volta seduti al pub, riposti solo momentaneamente i cellulari pieni di whatsappate, scoppia in una risata argentina e, scrutando l'orizzonte per capire chi vi circonda, pronuncia con un fare deciso e sicuro questa frase? 


La campagna della Guinness per promuovere la socialità nel pub.
Se questa incauta espressione è ricorrente, ma temete che il contraddittorio possa mandarvi in bianco, invitate la tipa a leggere questo post; certo, potreste comunque avere il due di picche, ma almeno avrete contribuito ad elevare la sua cultura in fatto di birra!

La birra doppio malto la bevono solo a Palazzo Chigi! In realtà non esiste questo tipo di birra, è solo l'invenzione del legislatore italiano che per imporre nuove tasse e balzelli alla nostra amata bevanda, l'ha suddivisa in categorie, in relazione alla quantità di zuccheri contenuti nel mosto.


Una du demon! Una voce seria, alla Massimo Meridio Decimo prima di scatenare l'inferno, prima o poi in serata farà questa richiesta. E' l'amico a cui fa godere la scritta "la birra più forte del mondo" e che ritiene di avere tra le mani la bevanda più virile; probabilmente è quello che vuole fare colpo sull'amica che certamente ha preso una doppio malto(!). 
Eppure l'alcool è solo uno degli elementi gustativi della birra -e nemmeno il più importante- che concorre con il malto, gli aromi, i luppoli a dare un gusto specifico ad ogni birra. 




Stasera voglio una rossa, dolce e forte. Non è quello che pensi, ma un buon modo di scegliere la birra che accompagnerà il tuo pasto. Hai mai sentito al ristorante, un tipo che vuole fare il figo, ordinare semplicemente un bianco? Chiederà un Pinot, un Muller Thurgau o un Fiano. Non sono solo i vini ad avere delle caratteristiche che ne connotano lo stile e certamente queste non si fermano al colore biondo, rosso o scuro della nostra birra.



Avanti ad una bionda, tutto il resto è relativo...Quante volte al pub ci viene chiesto di ordinare prima le birre e poi da mangiare? Nulla di male, se la serata prevede un paio di pinte con qualcosa da sgranocchiare, ma se abbiamo deciso di cenare allora le cose sono molto differenti. Ogni cibo ha una birra abbinabile egregiamente, quindi varrebbe la pena decidere cosa bere e cosa mangiare contestualmente per rendere davvero piacevole la nostra uscita. 
E ora, non dire che non ti avevamo avvertito se ti troverai a pasteggiare con una pizza marinara ed una Guinnes...